RISARCIMENTO SINISTRI
zero Anticipo Spese
CHIAMA 800689563
Sei vittima di un grave errore medico?
Ottenere il giusto risarcimento è un tuo diritto!
Crediamo nei tuoi diritti
Servizio risarcimenti malasanità
L’attività dei nostri professionisti viene interamente finanziata dalla nostra società.
consulenza e gestione legale
GRATUITA
GMP garantisce un servizio altamente qualificato gestendo per i propri clienti
le collaborazioni attive con tecnici e professionisti che operano nel settore
per il raggiungimento di un adeguato indennizzo.
Pausa caffè a rischio e pericolo del lavoratore

Cassazione: la pausa caffè è a rischio e pericolo del lavoratore, nessun risarcimento. I supremi giudici lo stabiliscono in riferimento ad un’impiegata della Procura di Firenze che nel 2010 si è rotta un polso andando a prendere il caffè.

A chi in orario di lavoro subisce un infortunio mentre si reca al bar a prendere il caffè, niente indennizzo per malattia né riconoscimento di invalidità. Così è stabilito dalla sentenza del 9 Novembre con cui la Corte di Cassazione ha accolto il ricorso dell’Inail contro un’impiegata della procura di Firenze alla quale nel 2010 era stata riconosciuta tutela assicurativa per essersi procurata una trauma al polso mentre lasciava l’ufficio per un espresso, sebbene su autorizzazione del suo superiore.

L’impiegata caduta per strada aveva vinto in primo e secondo grado davanti al Tribunale e alla Corte di Appello di Firenze ottenendo dall’Inail l’indennità di malattia assoluta temporanea, oltre all’indennizzo per danno permanente del 10%. A undici anni di distanza, la donna ha perso il diritto ai benefici ed è stata condannata a pagare 5.300 euro di spese legali.

In base a quanto scritto dai supremi giudici e successivamente pronunciato dall’Alta Corte, la donna non ha diritto ai benefici assicurativi sia perché ha affrontato un rischio “scaturito da una scelta arbitraria” sia perché “ha creato e affrontato volutamente una situazione diversa da quella inerente l’attività lavorativa solo per soddisfare esigenze personali“. Irrilevante, dunque, la circostanza della tolleranza espressa dal datore di lavoro in quanto ciò non garantisce che la pausa in oggetto sia connessa a motivi di servizio.

Se desideri approfondire un caso di infortunio sul lavoro, contatta senza impegno il nostro team di esperti per una consulenza gratuita.

Chiama il Numero Verde 800 869 563

Open chat
Scrivici Su WhatsApp